Nella motivazione viene riconosciuto ai ragazzi del Pacinotti di aver messo in atto a 360 gradi il recupero degli sprechi alimentari, diminuendo i rifiuti e promovendo per i cittadini stili di vita sostenibili. La giuria era composta dai giornalisti Antonio Cianciullo, Massimo Cirri, Marco Fratoddi e Roberto Giovannini, dal fondatore Spreco Zero Andrea Segrè, dal curatore del premio Luca Falasconi, dal Presidente di Sprecozero.net Stefano Mazzetti, dall’AD Last Minute market Matteo Guidi.

Il premio sarà ritirato dalla professoressa Maria Teresa Mascellaro il 28 novembre 2018 alle 16, a Bologna, presso Archiginnasio. Il progetto” Tesori…nei rifiuti”, già vincitore del concorso MIUR “Piano Nazionale per la sviluppo dell’educazione alla salute, dell’educazione alimentare e ai corretti stili di vita” e del premio Mysterium festival 2018, riesce a dare nuova vita a quei prodotti che scadono, che sono danneggiati, che hanno perso il loro valore di merce. Infatti, con la raccolta e la successiva ridistribuzione di queste derrate alimentari a chi non le ha, il cibo non è più privo di valore, ma diventa dono e strumento di creazione di significative relazioni interpersonali.

Questo meccanismo virtuoso è messo in atto a Taranto dal Pacinotti che mette in collegamento i supermercati che vogliono donare il prodotto con l’associazione no profit Amici di Manaus che lo può ricevere per fornire pasti a persone in condizioni di disagio economico o sociale. I supermercati ci guadagnano perché non devono sobbarcarsi i costi di trasporto e smaltimento, gli Amici di Manaus perché non devono acquistare la materia prima e possono assicurare alimenti validi e buoni.  Inoltre, L’Istituto Pacinotti svolge così in maniera efficace ed esaustiva il suo ruolo di agenzia formativa sul territorio. E’ importante che gli alunni, per diventare poi agenti del cambiamento, debbano essere stimolati a pensare ed essere propensi al cambiamento stesso, modificare il loro atteggiamento e mantenere nel tempo il nuovo comportamento riguardo allo spreco alimentare.

Il progetto ha il patrocinio dell’Amministrazione Comunale che ha messo a disposizione degli studenti e dei docenti il mezzo di trasporto per la realizzazione della fase operativae, della Camera di commercio di Taranto che sarà di supporto quando si creeranno gli eventi rivolti all’esterno.